La revisione di Selezione del personale


Il mio primo racconto breve “Selezione del personale”, sta subendo una revisione. Effettuata da me, si capisce, e da chi altrimenti? L’applicazione Pages di Apple permette, come tutti i programmi di videoscrittura degni di questo mondo, di inserire dei commenti in qualunque parte del testo.

Ecco cosa ho combinato nei pochi momenti di tempo libero.

Mi sono deciso a esporre quanto sto combinando dopo che Morena Fanti nel suo blog ha messo online quello che sta facendo. Non la conosco di persona, e ho pensato (spero non si offenda): “Questa è matta”. Esporsi così, quando sul Web c’è gente sempre pronta a sputare sentenze.
Poi ho riflettuto: “Non è matta. Sta conversando sul serio. È coraggiosa. Io invece: “Bla bla bla”. E ci provo anche io.

La revisione non è una questione di tagliare, sostituire, accorciare: anche quello, ma magari fosse così semplice.
Si tratta di non avere fretta. Lasciare riposare il testo. Indurire il proprio cuore e tornare a leggerlo senza provare nei suoi confronti alcun sentimento di simpatia, complicità, o pietà.

Non so se procederò esattamente come ho previsto. Forse alcune delle correzioni che ho in mente di fare, non le attuerò. Però ci vuole ritmo, scioltezza. Ecco: in questo momento “Selezione del personale” ha proprio bisogno di ritmo.

6 commenti

  1. Grandioso. Approvo tutte le note e le proposte di eliminazione. Come prima fase.
    Che io non sia ‘normale’ (ma sappiamo che ‘normale’ non esiste) è cosa risaputa.
    Io cerco sempre il dialogo e il confronto: solo da questo si può imparare.
    Se il confronto è sano, naturalmente. Ma questo lo vedremo dagli sputi 😉

    ps. con word non si fanno queste belle correzioni, vero? ma tanto io taglio di botto. le note servono a chi mi fa da lettore.

    "Mi piace"

    • Grazie per l’approvazione!
      Word (io ho la versione per Mac), ha i Commenti, ma ormai non lo uso più. Troppo complesso, pesante, costoso (anche se io ho sempre avuto le varie versioni direttamente da Microsoft Italia), e l’ultima edizione ignoro se sia in grado di creare con un clic file epub. Pages sì, ed è una comodità non da poco!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.