Il Web è un ecosistema (cosa vuol dire per chi scrive?)

Qualunque sia la rete sociale in cui stai per entrare, o sei appena entrato (Twitter, Facebook, forum), ricorda bene queste banalità.

Se scrivi fesserie il tuo pubblico sarà composto di… esatto, hai capito perfettamente.

Se produci contenuti interessanti, intelligenti, attirerai persone di qualità e talento.

Attenzione, non sarà facile e nemmeno rapido; ma è in un certo senso inevitabile che ciò accada.
Sgomberiamo il campo da un colossale equivoco: se e quando succederà, NON vorrà dire che si realizzerà come intendi tu. Vale a dire: successo&soldi.

In ogni ecosistema, per quanto grande sia, ci sono alcuni protagonisti che fanno la differenza. Sono pochi, ma esistono, e sono coloro che badano alla salute dell’ambiente, alla loro evoluzione. Può apparire balordo parlare in questo modo di aggeggi come Twitter, anche perché coinvolgono centinaia di migliaia di persone.

Però.

Anche una rete sociale di questo genere, di solito svincolata da consorzi, amicizie e salamelecchi, può essere identificata come un ecosistema. Per crescere, deve avere dei leader, dei punti di riferimento. Possono anche non essere affatto leader, ma possedere un’autorevolezza, un peso, che di fatto li rende tali anche se tendono a non identificarsi col ruolo che viene affibbiato loro.

C’è quella vecchia domanda retorica che recita: “È meglio avere 400.000 followers (o visitatori), o averne 40 ma tra essi Steven Van Zandt, il braccio destro di Obama e qualche altra personalità di spicco?”.

L’obiezione più naturale di solito è: “Ma guarda che anche con la quantità si arriva ai leader”. Lo so bene, grazie.

La domanda a cui rispondere è: cosa vuoi fare? Cosa desideri ottenere?
Non c’è IL modo giusto per raggiungere certi risultati, ma probabilmente il migliore è quello personale, tagliato su misura per te. I tuoi interessi, inclinazioni, desideri e obiettivi.

Per questo trucchi, strategie, guide, sono da frequentare con prudenza, se non sai cosa vuoi fare. Non sono completamente inutili, ma spesso tendono a infarcire la testa di idee e sogni che non si realizzeranno mai: né in questa vita, né in quell’altra.

Ricorda perciò questo: se la tua passione non è definita, limpida, finirai col seguire la corrente.
Se sei una trota, è un affarone.

2 thoughts on “Il Web è un ecosistema (cosa vuol dire per chi scrive?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.