Cosa si è detto del film Wise Blood di Flannery O’Connor


Pochi sanno che del romanzo “La saggezza del sangue” (“Wise Blood”) di Flannery O’Connor, esiste un film. Diretto da un signor regista come John Houston (tra i suoi titoli: “Il Falcone Maltese”; “Moby Dick”).
Quello che appare bizzarro è che in Italia non esiste alcun DVD della pellicola nella nostra lingua (questo significa che… non è mai arrivato qui da noi, immagino).

Può esserci una spiegazione: è talmente brutto che è giusto che siano sono gli statunitensi a soffrire. Succede che un regista sbagli un film, e lo faccia in modo spettacolare. Per esempio: Michael Cimino non solo sbagliò pellicola (“I cancelli del cielo”), ma il fiasco registrato al botteghino affossò la United Artists, la casa cinematografica fondata tra gli altri da Charles Chaplin. Sarà questo un caso analogo?

Wise Blood, film dell’allora settantatreenne John Huston, è un film straordinario. Straordinariamente diverso, eccentrico, intelligente, divertente, stimolante e poetico.

È un passo della recensione che ho scovato sul sito RSI. Ma pure il New York Times ne parlò bene all’uscita (“Mr. Huston is in top form.”).

Nonostante questo, “Wise Blood” in lingua italiana non è disponibile. Mah!

 

 

Nei commenti, Francesco Cecchini mi informa che in realtà il film è sbarcato anche in Italia e se ne è parlato. Il DVD è presente su Amazon, e probabilmente solo in inglese. Una veloce ricerca sia su IBS che BOL non ha dato alcun riscontro.  

5 commenti

  1. Ciao,

    Non non ho letto ne’ il romanzo, di cui acquisterò la versione elettronica su Amazon, ne’ visto il film. Questo lo vedro’ ora su Youtube, dove e’ suddiviso in una decina di parti. Comunque volevo informarti che il film e’ circolato in Italia, con il titolo La saggezza nel sangue. Esiste anche una critica apparsa sul Corriere della Sera. Notizie prese velocemente da internet. Buon fine settimana e buon lavoro, Francesco

    Inviato da iPad

    "Mi piace"

  2. Fare di necessità mancanza di virtù (Flaiano): il film si “trova” in rete in lingua originale, come pure i sottotitoli in inglese; sarà poco ma tantissimi sono in grado di di goderne già così.

    Sul film: personaggi così volutamente eccessivi mi hanno ricordato certo Pirandello, forse avrei preferito una regia più teatrale, o comunque che desse più spazio al testo. Notevole comunque lo sforzo di Houston di esprimersi nella denuncia sociale sia pure tramite un testo letterario nel genere “gotico del sud” (come pure “Riflessi in un occhio d’oro” sempre di Houston dal libro di Carson MCulllers di cui si “trova” inrete un ottimo readin RAI – “Ad alta voce”)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.