Hitler fu un precursore?


 

a proposito di erbacce

 

di Marco Freccero. Pubblicato su YouTube il 29 agosto, e ripubblicato su questo blog nel medesimo giorno.

 

 

 

Buona parte dell’opinione pubblica pensa che Hitler sia stato solo un pazzo. In realtà c’è un piccolo libro che la pensa un po’ diversamente.

Buona visione!

Iscriviti al mio canale YouTube!

 

 

Oggi parliamo di un libro di cui sono certo che in pochi hanno sentito parlare. E pochissimi hanno letto.
Si intitola: “Hitler precursore – Il XXI secolo inizia con Auschwitz?”. L’autore è Carl Amery.
L’editore è la Libreria Editrice Fiorentina mentre la traduzione è di Marina Pugliano e Valentina Tortelli, con la collaborazione di Christian Holtz.

Prima di capire di che cosa si tratta, 2 parole sull’autore.
Carl Amery è lo pseudonimo di Christian Anton Mayer, uno scrittore tedesco nato a Monaco nel 1922 e morto sempre in quella città nel 2005. È stato tra i fondatori del movimento dei Verdi tedeschi.

Con questo libro Amery parte contestando un’affermazione che spesso viene considerata come una certezza e come tale indiscutibile.
Lui afferma che Hitler non era un pazzo, un figlio delle tenebre oppure una creatura demoniaca che ha sedotto un intero popolo. È stato invece l’uomo che ha preso idee e ideologie ben presenti sia in Germania, che in Europa, e le ha tramutate in azione politica. Con una rara efficacia.

L’idea delle razze superiori; il darwinismo sociale che dice che devono prosperare solo i forti e gli adatti, mentre gli altri devono farsi da parte (vale a dire: devono essere sterminati). Sono solo alcune delle idee che tra Ottocento e Novecento erano accolte con entusiasmo non solo da intelletuali o economisti in Germania come negli Stati Uniti. Ma anche in larga parte della popolazione.

Il progetto di Hitler partiva anche da una considerazione relativa all’ambiente e alle risorse della Terra che sono limitate. Per questo occorre eliminare tutti i popoli inutili, o le persone malate, o inadatte. E tutto questo però non finisce sotto le bombe degli Alleati nel 1945.
Quel progetto, dice Amery, è qui tra noi, e procede. Solo che adesso si chiama: Modernità.

E la modernità si è incaricata di portare a compimento, con altri mezzi, proprio l’ideologia di Hitler.
Le risorse della Terra stanno per terminare? Perché siamo in troppi e i popoli poveri, così fertili, devono alla svelta comprendere che per essi non c’è spazio, e comunque sono popoli incapaci di trarre davvero il meglio dalla tecnologia e dal progresso.

Le risorse finanziarie sono poche? Allora meglio fare in modo che i malati, i vecchi, i disabili, spariscano in fretta in modo che le risorse siano impiegate in maniera più utile e proficua. A vantaggio di quelli che sono sani, forti e in grado di apprezzare davvero la vita.

Questo modo di pensare, dice Amery, non è altro che il progetto di Hitler che si sta facendo largo in questi anni. Un progetto che adesso magari non usa più termini come “razza”, ma che stila una classifica tra esseri degni di vivere e di progredire, ed esseri che meritano di morire.

Libro che ho trovato interessante ma con almeno un difetto, a mio parere. 160 pagine, circa, sono davvero pochi, e ho l’impressione che siano tante le cose e le considerazioni rimaste fuori, o solo sfiorate.

Alla prossima e: Non per la gloria, ma per il pane.

8 pensieri su “Hitler fu un precursore?

  1. boh! mi sembra superficiale. 160 pagine sono veramente poche per trattare in modo esauriente un argomento così vasto. Tu ne hai fatto un sunto molto efficace ma mi sembra questo Amery un po’ reazionario. Semplice impressione

    "Mi piace"

  2. Ho letto molti anni fa un libro in cui si sottolineava l’importanza della guerra come fattore economico e di riequilibrio della popolazione, non ricordo nè titolo nè autore ma mi restò molto impressa la logica dietro questo ragionamento. Mi sembra in linea con quanto affermi nel post e con il pensiero su cui ha fatto abilmente presa Hitler che non era pazzo, ha cavalcato abilmente l’onda di ideologie che circolavano nel paese. Del resto c’è stato quell’altro in Italia che ha fatto qualcosa di analogo. Le crisi economiche – come prova la storia – portano spesso a ideologie nazionaliste e alla ricerca del nemico “esterno” che può essere l’ebreo, il nero, quello strano, l’omosessuale, lo zingaro ecc

    Piace a 1 persona

  3. Hitler non era più pazzo di chi lo osannava e lo acclamava. Per arrivare in cima al comando ha avuto nella sua vita forti appoggi, da politici e imprenditori che concordavano con le sue idee, non c’è dubbio. E anche ora, quando in certi ambienti, si ragiona di un’Europa di serie A (capeggiata, fatalità, proprio dalla Germania) e un’Europa di serie B (fatalità tutti i paesi più a sud) mi pare si stia seguendo la stessa via, qualcuno è meglio degli altri e anziché includerli, lasciamoli pure indietro.
    Non è solo un darwinismo sociale, ma (forse peggio) anche finanziario. Certe guerre combattute in nome di armi segrete che non furono mai trovate hanno riempito per bene le casse dei produttori di armi (qualcuno dice che ogni tot anni gli USA devono inventarsi una guerra per ringraziare la lobby) e favorire l’economia con la ricostruzione che ne segue.
    I disgraziati che attraversano il Mediterraneo scappano da zone che sono in stato perenne di guerra. Popolazioni assolutamente povere che riescono ad avere armi a caro prezzo. Come? Chi gliele invia? Chi ci guadagna davvero su quelle guerre?
    Giusto settimana scorsa ho sentito un uomo di chiesa, laico ma che vive tutto il weekend dentro la chiesa, tra predicazioni e ritiri spirituali, lamentarsi del nuovo governo italiano “che adesso saremo di nuovo invasi da immigrati”. Mi sono domandata che ci va a fare in chiesa… 😦

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.