Come convincere i lettori a scommettere sul self-publishing?

foto marco freccero

di Marco Freccero. Pubblicato il 15 gennaio 2019.

Non è facile, né è semplice. Che cosa?
Convincere le persone a leggere un autore (o un’autrice) che si autopubblica. Sì; possiamo lasciare fare al tempo.

Prima o poi le persone capiranno che è possibile eccome scrivere un libro (o meglio: più di uno) di qualità anche se non ha il “timbro” di una casa editrice. In un lasso di tempo abbastanza breve avremo un discreto numero di scrittori che si autopubblicano che NON vogliono lavorare con la casa editrice.

Oppure: lo faranno ma da pari a pari. Tratteranno con essa. Accetteranno (magari) che sia lei a preoccuparsi della pubblicazione cartacea.
Tutto questo accadrà, prima o poi (più prima che poi). Nel frattempo: come convincere i lettori a scommettere sul self-publishing?

Continua a leggere

Il problema del self-publishing (spesso) sono gli autori self-publishing

 

foto marco freccero

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 14 gennaio 2019.

 

 

 

Arrivo in ritardo a dire la mia, ma la dico. Anche durante l’estate c’è stata un po’ di polemica nelle acque stagnanti dell’autopubblicazione italiota (leggi: la classica tempesta in un bicchier d’acqua). 

Vale a dire il rapporto tra blogger di libri, e autori che si autopubblicano. 

I secondi (alcuni, non tutti), si indignano perché i primi non si genuflettono all’istante davanti alle loro opere. Che sono dei capolavori, ça va sans dire.

A questo punto dovrei ricordare che il 90% di tutto quello che si pubblica (quindi: anche l’autopubblicazione) è spazzatura. Che non si può pretendere di piacere a tutti, e che un autore che pretende questo dovrebbe interessare i blogger che si dedicano alla psichiatria. 

Il punto è che tutto questo mi è venuto a noia, ormai.

Continua a leggere

A proposito di recensioni, Amazon e… Buon Natale!

 

foto marco freccero

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 24 dicembre 2018.

 

 

Siamo tutti a caccia di… Recensioni.

Tutti vogliamo: Recensioni.

Più recensioni riusciamo a collezionare, maggiore è il consenso attorno alla nostra opera.

È per questo che siamo disposti a tanto; a tutto. 

Di fatto, le recensioni sono un affare. Infatti Amazon ha deciso di metterci mano perché… Sì insomma: c’è un bel traffico attorno.

Ma: servono davvero le recensioni? Prima di rispondere a questa domanda, proviamo a ragionare.

Continua a leggere

8 libri per il marketing dell’autore indipendente

8 libri per il marketing dell’autore indipendente: lo so che sbaglio. Hai ragione. 

Un autore indipendente non dovrebbe scrivere di questi argomenti perché di certo i lettori (per capirci: quelli che leggono romanzi o racconti), arrivano qui e pensano: “E che roba è?”.

Il punto è che questo post, e gli altri che scrivo su questo blog, ha uno scopo ben preciso (uno scopo un po’ trasversale).
Vale a dire: mostrare e dimostrare come la figura dell’autore stia cambiando, e sia già cambiata. Non puoi più limitarti a scrivere; devi anche imparare a piazzare i tuoi prodotti. Vale a dire i libri. 

La Rete e la tecnologia offrono a chi scrive grande libertà; meglio sfruttarla. Se come il sottoscritto hai una certa idea di scrittura è arduo arrivare a un contatto (e contratto), con una casa editrice. Meglio fare da sé. E per iniziare a fare da sé: meglio dare del tu al marketing.

Continua a leggere

Perché aprire un blog (se sei un autore indipendente)

foto marco freccero

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 10 dicembre 2018.

 

Aprire un blog oppure no?
A che serve aprire un blog?
Davvero un autore indipendente deve sobbarcarsi anche l’impegno di gestire un blog?

La risposta è: sì. Però andiamo a vedere nel dettaglio. Alcuni degli argomenti trattati in questo articolo sono:

  • che cos’è un blog
  • quanto è difficile leggere sul Web
  • come legge il lettore sul Web
  • perché il blog serve all’autore indipendente
  • che cos’è davvero il blog (anticipazione: conversazione)
  • e altro ancora

Buona lettura.

Continua a leggere

Quali letture per lo scrittore indipendente

foto marco freccero

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 27 novembre 2018.

 

Le letture dello scrittore indipendente: un titolo che non significa un bel nulla, in apparenza.
Perché uno scrittore che lavori per una casa editrice media, piccola o grande; oppure quello che decide di essere appunto indipendente, devono leggere. Questo si sa e dovrebbe essere ovvio e non dovrei essere qui a perdere tempo a scrivere queste righe. 

Ma questo articolo è scaturito da una rilettura di una lettera di Fedor Dostoevskij al fratello.

Continua a leggere