Le letture dell’autore indipendente per diventare autore indipendente

 

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 25 maggio 2020.

 

 

Che cosa legge un autore indipendente per diventare autore indipendente? Vale a dire: prima di diventarlo per davvero? Già, perché va bene deciderlo; dirselo sotto voce negli angoli, oppure mentre passeggi per strada (magari mentre percorri l’ombroso vico Spinola o vico Crema, per vedere l’effetto che fa). 

Anzi: a quei tempi (i tempi lontani in cui mi decisi a raccontare storie), non avevo affatto idea che sarei diventato un autore indipendente. Erano gli anni Ottanta e nessuno poteva immaginare che un giorno sarebbe comparso all’orizzonte questa figura: l’autore indipendente che fa tutto da sé. 

Quindi: che cosa leggevo per diventare un autore pubblicato da una stimata casa editrice? (Perché se non è stimata, chi la vuole?).

Continua a leggere

Come si diventa autore indipendente?

 

di Marco Freccero.

Pubblicato su YouTube il 21 maggio. Ripubblicato su questo blog il 22 maggio 2020.

 

 

Già, come si diventa autore indipendente?
Provo a rispondere (senza avere la pretesa di essere davvero esaustivo, come dicono quelli bravi).

 

Continua a leggere

Blog, newsletter o reti sociali? Cosa scegliere se sei un autore indipendente

 

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 18 maggio 2020.

 

 

 

Ed eccoci alla domanda da un milione di euro. Un autore indipendente che cosa deve fare per farsi notare? Per emergere? Per riuscire a realizzare delle vendite “accettabili”? (Qualunque sia il significato di “accettabile”).

Ha senso aprire un blog? Non è meglio stare soltanto su Instagram? E la newsletter: ha futuro, oppure è un reperto del passato?

Cominciamo con lo sgomberare il campo dalle solite “chiacchiere”. Non ci sono ricette, trucchi o scorciatoie: bensì duro lavoro (e davvero tanta fortuna). Se sei un autore indipendente, devi fare amicizia in fretta con l’idea di essere un imprenditore di te stesso; e quello che devi costruire, nel tempo, è una relazione con i tuoi lettori. Da conquistare uno per uno, senza fretta e sempre all’insegna della trasparenza e dell’onestà.

D’accordo. Ma questo che cosa vuol dire, in pratica? Devo proprio avere un blog? Oppure bastano le reti sociali?

Continua a leggere

Quando una storia bussa alla porta, bisogna avere il coraggio di aprire – Intervista alla scrittrice Maria Teresa Steri

 

 

 

di Marco Freccero. Pubblicato l’11 maggio 2020.

 

 

Oggi intervisterò la scrittrice Maria Teresa Steri. Per quale ragione?

Innanzitutto si tratta, come detto poco prima, di una scrittrice (e questo è pur sempre un blog di un autore indipendente dove si parla di… scrittura, esatto!); e fare quattro chiacchiere con chi scrive e pubblica regolarmente è sempre una buona cosa.

Poi, proprio in questi giorni Maria Teresa ha pubblicato un nuovo romanzo. Quindi l’occasione era troppo ghiotta per non approfittarne e cercare di sapere come è nata la sua ultima opera; i suoi sviluppi. E scoprire un po’ più da vicino come lavora. 

Buona lettura.

Continua a leggere

La conversazione ai tempi della crisi

strada verso pontinvrea

 

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 4 maggio 2020.

 

 

Se qualcuno avrà dato un’occhiata al sottoscritto durante la crisi del Coronavirus (scrivo queste righe il 30 marzo, chissà se quando le pubblicherò saremo tornati a girare più liberamente), avrà notato che non mi sono affatto esposto. A parte il taglio del prezzo di un ebook, che ho poi annullato, non ho fatto proprio nulla.

Non ho cantato sui balconi (perché sono stonato, e poi perché la penso in un’altra maniera); non ho letto libri miei o di altri sulle reti sociali.

Ho pensato di farlo, ma poi “qualcosa” mi fermava. Mi pareva che fosse troppo stridente con quello che succedeva negli ospedali, nelle case di riposo.

  Continua a leggere

Il fine di tutta questa scrittura

savona torretta

 

di Marco Freccero. Pubblicato il 27 aprile 2020.

 

 

 

 

Anche se in questo articolo parlerò del #progettoIOTA, in realtà l’argomento sarà qualcosa di un poco differente. Inizio a buttare giù queste righe durante la serrata del Paese, in ginocchio per il Coronavirus. Quando lo pubblicherò probabilmente la situazione dovrebbe essere meno grave (dal punto di vista sanitario; quello economico sarà tutt’altro che roseo).

Se i conti sono giusti, al momento io ho autopubblicato 8 libri; uno è stato invece pubblicato con una casa editrice digitale. Il romanzo che apparirà a dicembre 2020 sarà quindi la mia decima opera. Chissà se alla fine degli anni Ottanta, quando mi decisi a scrivere, avevo previsto così tanti libri e un così modesto riscontro. 

Continua a leggere