Il progetto IOTA


(Progetto abbandonato) Il progetto IOTA non è più abbandonato. Ma probabilmente arriverà solo nel 2021.

Che cos’è il Progetto IOTA (#progettoIOTA)? La faccenda è talmente complessa (per me, magari un altro si fa 2 risate), che per questo motivo ho creato questa pagina. Qui dovrei piazzare gli eventuali progressi, e i link ai miei post che pubblicherò nel corso dei mesi venturi. Di che si tratta? No, niente racconti. Un (e se fosse più di uno?) romanzo che vedrà la luce (forse) verso la fine del 2018 2021.

(Aggiornamento del marzo 2019). Si tratta di 2 (forse 3?) romanzi. I primi due hanno uno scheletro (il primo ha più di uno scheletro: ha nervi, muscoli e un po’ di carne). Il terzo è solo una “visione”, e nient’altro.
Ci lavorerò dal mese di luglio del 2019 in avanti. Spero di riuscire a chiudere tutto nel 2020 (mese di dicembre), per passare il 2021 a rivedere, rileggere e correggere tutta quelal mole di roba (sarà davvero lungo, con parecchi personaggi).

Quindi questa pagina sarà aggiornata più puntualmente (lo spero) da luglio in avanti.

Il primo post: #progettoIOTA: andiamo a cominciare. Pubblicato il 25 gennaio 2017, nel quale in realtà svelo ben poco, semmai riesco a intorpidire ancora di più le acque. Il che non è per forza un male!

La Savona degli anni Settanta. Pubblicato il 15 febbraio 2017.
Erasmo da Rotterdam. Pubblicato il 6 marzo 2017
5 cartoline spedite da altrettanti personaggi del #progettoIOTA. Pubblicato il 24 marzo 2017.
George Mackay Brown e le sue isole. Pubblicato il 9 maggio 2017.
Il colonnello Gheddafi. Questo l’ho pubblicato il 7 giugno.
Scrivere un romanzo: occorre tempo. Pubblicato il 19 giugno.
Come va il #progettoIOTA? Pubblicato il 10 agosto
#progettoIOTA: Prima riscrittura Pubblicato l’11 settembre 2017
#progettoIOTA: la differenza tra romanzo e racconto (forse). Pubblicato il 3 ottobre 2017.
#progettoIOTA: Operazione Sfalcio! Pubblicato il 17 ottobre 2017.